LiveZilla Live Help

Il Doppio Massimo e il Doppio Minimo

Postato da sabato 9 febbraio 2013

Consiglio: iscriviti alla newsletter di trading forex analisi, segnali e approfondimenti a questa pagina.

Articolo a cura di David Ruscelli


Il Doppio Massimo e il Doppio Minimo

 

Oggi vediamo un’importante figura di inversione, una delle più usate in analisi tecnica per fare trading ed individuare quando la direzione del prezzo sta per invertirsi, quando una linea di trend potrebbe venire violata. Secondo me il punto forte di questo pattern di analisi tecnica, chiamato appunto doppio massimo oppure nella sua versione al contrario doppio minimo, è la facilità di individuazione, ovvero è molto semplice da riconoscere nel grafico, pertanto è una delle mie figure di analisi tecnica preferite che mi piace cercare nei grafici quando faccio trading.

Le figure di doppio massimo sono chiamate “M”, le figure di doppio minimo “W”, questo tipo di figura si forma inizialmente con un consolidamento, e successivamente  il segnale vero e proprio è riscontrabile a seguito di rottura della linea orizzontale dopo l’inversione del trend.

Vediamo l’esempio di un doppio massimo su trend rialzista, che precede appunto la rottura del trend.

Il mercato ha formato un nuovo massimo al punto A, poi è sceso fino al punto B, il successivo rimbalzo a rialzo sul punto C indica con alta probabilità un consolidamento, un pullback almeno fino alla linea di trend. Il doppio massimo ideale ha 2 massimi importanti sullo stesso livello circa, solitamente nel grafico a candele questi massimi sono testati sul time frame daily o settimanale da delle fakey o delle shooting star.

La linea di trend viene rotta, questo rappresenta una possibile inversione del trend, avremo successivamente la rottura della linea orizzontale passante per il punto B, quest’ultima spesso viene ritestata con un breve ritracciamento o correzione, l’obbiettivo target di prezzo si calcola proiettando la distanza tra le due linee tratteggiate verso il basso.

 Esempio di doppio massimo

doppio massimo

 

Esempio di doppio minimo

doppio minimo

 

Filtri

Prima di definire un doppio massimo o doppio minimo fallito, oppure confermato, è consigliabile stabilire il superamento di una percentuale di penetrazione, variabile dall’1% al 3%. In secondo luogo una conferma più significativa può essere individuata nella chiusura in violazione del livello di inversione per almeno 2 giorni consecutivi. Filtri di questo genere non sono infallibili, ma riducono sensibilmente il numero di falsi segnali.

 

Bull trap

Sotto vediamo un esempio di bull trap, ovvero una trappola rialzista. Il prezzo rompe il massimo precedente solo per poco, prima di tornare sotto. E’ possibile assimilare una situazione simile nella casistica del doppio massimo.

 bulltrap trend

 

L’uso del termine double top

I termini double top o double bottom, in italiano doppio massimo o doppio minimo, vengono spesso utilizzati dagli analisti per indicare quelle situazioni in cui un massimo o un minimo stenta a superare il precedente. Normalmente se ci troviamo in una situazione di trend, la configurazione double non è confermata fino a quando non abbiamo un superamento del punto B (vedi esempi sopra), e il target è sempre la proiezione delle due linee orizzontali.

Nel caso in cui ci troviamo in un mercato di tipo laterale invece, possiamo utilizzare direttamente il rimbalzo 

 

Doppio massimo Doppio minimo in mercato range

Il doppio massimo o doppio minimo possono anche presentarsi su movimenti range a consolidamento di supporti resistenza e su rottura di queste ultime.

In questo esempio abbiamo un doppio massimo che si presenta in una situazione di mercato laterale o range, quindi rimanendo vero che alla rottura della linea orizzontale inferiore, ovvero il supporto sottostante  abbiamo la conferma del segnale vero e proprio, è anche vero che è possibile fare un ingresso a seguito del secondo massimo con target il supporto inferiore, avvalendosi in questo caso della regola generale del trading che indica di acquistare sopra un supporto e vendere sotto una resistenza.

Esempio di doppio massimo

doppio massimo laterale

 

Quando si è in mercato direzionale, cioè in trend, è importante non scambiare il doppio massimo o doppio minimo  con un normale pullback.

Normali pullback

pullback

 

L’importanza del periodo tra massimo e minimo

Questo tipo di misura è molto importante. La lunghezza del periodo tra i due massimi e l’altezza dell’intera figura, rappresentano il potenziale di inversione di ogni movimento.

La maggior parte delle formazioni di doppio massimo doppio minimo, dovrebbero avere un intervallo tra i due massimi o minimi di almeno un mese, talvolta potrebbero passare anche due o tre mesi. Sui grafici di lungo periodo, mensili e settimanali, possono intercorrere anche parecchi anni.

CORSI FOREX ALTAMENTE PROFESSIONALIZZANTI

 

eBook Forex Trading For Dummies

 

Anteprima Corso 2 ore Gratis

 

 

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>