L’ABC del forex

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

L’ABC del forex

 

Il forex è certamente un mercato particolare, unico in alcune sue caratteristiche rispetto ad altri mercati finanziari come quello azionario ed obbligazionario, ma unico anche dal punto di visto della terminologia utilizzata. Cercheremo di capire nelle righe seguenti il significato delle parole più utilizzate nel forex, spiegando in questo modo l’ABC di questo mercato.

abc forex

Ask ovvero il prezzo al quale ogni trader è disposto a vendere una certa coppia di valute.

Bid, ovvero il prezzo al quale ogni trader è invece disposto ad acquistare una certa coppia di valute. Ma per B comincia anche Broker ovvero la figura dell’intermediario che tramite un conto di trading vi permetterà di fare trading alle condizioni di un investitore professionale. Spesso i broker offrono la possibilità di aprire conti demo per prendere confidenza con il forex.

Carry trade, ovvero una particolare attività di investimento che prevede di acquistare una valuta ad alto rendimento (inteso come tasso di interesse), vendendo contemporaneamente una valuta a basso rendimento. Il differenziale di tasso è la componente interesse a vostro favore che vi viene riconosciuta ogni giorno dal mercato.

Cross Rate, ovvero l’incrocio tra due valute; ad esempio EurJpy è un cross rate generato dall’incrocio tra EurUsd e UsdJpy.

Forex: il significato di questa parola che rappresenta il mercato valutario è Foreign Exchange Market

Leverage: il moltiplicatore che permette ai trader di controllare anche con piccole somme capitali molto più elevati ed ottenere utili (o perdite) considerevoli. Ad esempio con soli 1.000 $ sul conto possiamo controllare con una leva 100 fino a 100.000$. I nostri 1.000$ rappresentano infatti il margine richiesto dal broker per permettere questo tipo di operatività con utile o perdita che a questo punto verranno calcolati su 100.000$.

Long: Quando si decide di scommettere sul rialzo di una certa coppia di valute allora l’operazione da effettuare è quella long; ad esempio se pensiamo che EurUsd da 1.10 salirà fino a 1.11 dovremo effettuare un buy EurUsd, ovvero entrare long.

Margine: l’importo richiesto dal broker come garanzia per operare. Qualora una o più operazioni a leva risultino in perdita portando il valore netto del conto al di sotto dello zero, scatterà il cosiddetto “margin call”, ovvero la richiesta di ulteriori fondi da parte del broker per evitare la chiusura dell’operazione. Qualora il margin call non venga rispettato dal trader il broker potrà chiudere automaticamente l’operazione a quel punto priva di garanzia.

Overnight: trade che non viene chiuso al termine della giornata rimanendo aperto anche nella sessione notturna.

Pip: Percentage in Point, ovvero la più piccola unità di misura utilizzata per misurare il valore di una valuta.

Rollover: operazione che non prevede la chiusura di un trade bensì lo spostamento al giorno successivo, tramite l’addebito sul conto di trading, di una quota di denaro pari al differenziale di tasso tra le due valute oggetto dell’operazione; questo valore può essere positivo o negativo.

Short: Quando si decide di scommettere sul ribasso di una certa coppia di valute allora l’operazione da effettuare è quella short; ad esempio se pensiamo che EurUsd da 1.10 scenderà fino a 1.09 dovremo effettuare un sell EurUsd, ovvero entrare short.

abc forex 2

Slippage: differenza di prezzo tra il valore reale di mercato e l’ordine inserito sul mercato. Lo slippage si verifica spesso nelle fasi di volatilità.

Spot: il nome del cambio a pronti ovvero applicabile immediatamente ad una transazione valutaria presente. Il cambio forward è invece rappresentativo del cambio applicato ad un’operazione con consegna di valuta futura.

Spread: la differenza di prezzo tra il bid e l’ask.

Stop loss: livello di prezzo inserito dal trader per definire a priori la massima perdita tollerabile qualora la direzione del cambio risulti diversa da quella auspicata. Lo stop loss rappresenta un pilastro dell’attività di money management.

Take profit: livello di prezzo sul quale l’operazione si chiude per il raggiungimento di un margine di profitto ritenuto adeguato dal trader.

Abbiamo elencato i principali termini utilizzati nel forex, ma prendendo confidenza con questi vi accorgerete che tante altre sono le parole che quotidianamente i trader di tutto il mondo utilizzano all’interno di questo particolare mercato finanziario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy