Analisi Forex Settimanale: Se il mercato non crede nel Dollaro

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Analisi Settimanale

Se il mercato non crede nel Dollaro

Il mercato appare sempre più smarrito su quello che sta succedendo in America. Abbiamo cominciano con una Fed baldanzosa che cominciava a pronosticare quattro rialzi, poi la crisi di gennaio – febbraio ha immediatamente portato a 2 le strette possibili, ed ora, dopo un paio di mesi tutto sommato positivi che hanno allontanato i rischi, Yellen e soci sembrerebbero non aver nessuna intenzione di alzare i tassi nel 2016. Se a Washington hanno scherzato rischiano di scottarsi perché la credibilità delle banche centrali è tutto. Se ora la Fed si trova con una disoccupazione al 5% ed un ‘inflazione core attorno al 2% e non alza i tassi, significa che la situazione è grave e qualcosa di grosso i banchieri centrali si aspettano che accada. Lo stesso Draghi sta ripetendo da settimane che i rischi per la crescita sono al ribasso e che in estate la volatilità potrebbe aumentare. Qualcuno non la racconta giusta. Detto questo, esemplare la reazione del Dollaro sui livelli chiave. EurUsd infatti è riuscito a chiudere la settimana  ampiamente sotto la resistenza di 1.15, ma soprattutto con una pin bar ribassista che potrebbe essere la risposta del mercato a chi pensava ad una fuga verso 1.20. Trappola per tori quindi? Può essere e se la figura con cui si è chiusa la settimana passata è anticipatrice di movimenti verso il basso, tornare in area 1.05 a questo punto potrebbe non essere così improbabile per EurUsd.

pin

 

Il mercato appare sempre più smarrito su quello che sta succedendo in America. Abbiamo cominciano con una Fed baldanzosa che cominciava a pronosticare quattro rialzi, poi la crisi di gennaio – febbraio ha immediatamente portato a 2 le strette possibili, ed ora, dopo un paio di mesi tutto sommato positivi che hanno allontanato i rischi, Yellen e soci sembrerebbero non aver nessuna intenzione di alzare i tassi nel 2016. Se a Washington hanno scherzato rischiano di scottarsi perché la credibilità delle banche centrali è tutto. Se ora la Fed si trova con una disoccupazione al 5% ed un ‘inflazione core attorno al 2% e non alza i tassi, significa che la situazione è grave e qualcosa di grosso i banchieri centrali si aspettano che accada. Lo stesso Draghi sta ripetendo da settimane che i rischi per la crescita sono al ribasso e che in estate la volatilità potrebbe aumentare. Qualcuno non la racconta giusta. Detto questo, esemplare la reazione del Dollaro sui livelli chiave. EurUsd infatti è riuscito a chiudere la settimana  ampiamente sotto la resistenza di 1.15, ma soprattutto con una pin bar ribassista che potrebbe essere la risposta del mercato a chi pensava ad una fuga verso 1.20. Trappola per tori quindi? Può essere e se la figura con cui si è chiusa la settimana passata è anticipatrice di movimenti verso il basso, tornare in area 1.05 a questo punto potrebbe non essere così improbabile per EurUsd.

nzdjpy

 

E’ un doppio minimo quello formalizzato da EurAud la settimana scorsa e l’obiettivo teorico non è difficile da individuare trattandosi di area 1.60-1.61, massimo di febbraio. Lo strappo definitivo sopra 1.50 sancito dal taglio dei tassi a sorpresa da parte della banca centrale australiana, ha rappresentato il trigger per convincere gli operatori ad abbandonare una valuta ad elevato carry come l’Aud convinti che non sia finita qui sul fronte dei tassi. A questo punto è possibile assistere ad un leggero rialzo prima di uno storno verso la precedente resistenza anticipatore di un nuovo spunto bullish verso 1.60. E’ l’oscillatore stocastico a suggerirlo ma questo non cambia l’idea di fondo secondo cui la valuta australiana rimane da vendere.

aud1

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy