BCE: Mario Draghi vorrebbe ripianare i debiti delle bance

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

BCE: Mario Draghi vorrebbe ripianare i debiti delle bance

 

Ricard Mollon è un giovane imprenditore, fondatore di una società di design di mobili nei pressi di Barcellona, è un giovane di talento e di successo, ma non può ottenere un prestito bancario per finanziaria il suo progetto.

E’ un circolo vizioso: per ottenere soldi è necessario mostrare PRIMA i risultati. Le Banche Spagnole sono strette nella morsa di crediti inesigibili e Mollon non può aspettarsi alcun aiuto. Per due mesi i responsabili delle politiche della Banca Centrale Europea hanno discusso sui modi per aiutare nonostante la crisi gli imprenditori dando loro nuovo accesso ai fondi, come nel caso di Mollon. Le idee vanno da piccole modifiche alle regole attuali a nuovi sistemi di erogazione dei prestiti alle piccole imprese da parte diretta degli investitori. Ora i funzionari della BCE, compreso il Governatore Mario Draghi, cominciano a rendere noto che nella realtà dei fatti alcuna misura sarà veramente efficace se non si elimina l’eredità tossica che attualmente pesa sulle banche. Laurence Bone, capo economista della Bank of America Merril Lynch ha affermato che “la pulizia dei bilanci delle banche sarebbe più efficace di qualunque misura di sostegno al credito”

La crisi dell’intera eurozona si è accentuata dopo il crollo dei primi tre mesi sulle esportazioni. Il PIL è sceso allo 0,2 per cento complessivo. Rajoy sollecita la BCE nel portare proposte concrete. Una misura per favorire i prestiti bancari consiste nel chiedere alla BCE una riduzione sui tassi di sconto dei titoli garantiti da attività presentate come garanzia.

Per le banche la misura più efficace sarebbe di stimolare i mercati acquistando assets sul mercato primario grazie al proprio bilancio potenzialmente illimitato. Il punto critico attuale è determinato dalla grande debolezza dell’economia e qualsiasi piano per incentivare i prestiti rischierebbe di peggiorare ulteriormente lo stato dei bilanci delle banche.

Il commento di Nick Kounis, responsabile di ABN Amro: “E’ ragionevole incentivare le banche ad esporsi ulteriormente verso le imprese in paesi dove l’economia è in recessione? Le banche hanno gia grosse difficoltà nel recupero dei crediti erogati precedentemente.”

Le banche spagnole hanno ricevuto nel 2012 41 miliardi di euro in aiuti europei, per coprire il capitale perduto attraverso sofferenze legate al settore immobiliare, il FMI (Fondo Monetario Internazionale) ha chiesto di vigilare su queste banche. In Italia l’ABI comunica che è staot toccato il picco record di 131 miliardi di prestiti non rimborsati.

La salute delle banche nei paesi periferici è scarsa, i responsabili delle politiche della BCE segnalano che potrebbero essere necessarie mosse immediate da parte dei singoli governi nazionali.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy