Caso Cipro: il capital control potrebbe durare anni e provocare un doppio tasso di cambio, nascerà l’EURO2?

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Caso Cipro: il capital control potrebbe durare anni e provocare un doppio tasso di cambio, nascerà l’EURO2?

 

capital controlIl caso Cipro è davvero senza precedenti. Paesi come l’Argentina o l’Islanda per difendersi dalla valutazione hanno adottato misure analoghe in passato. Far parte della zona euro può rendere più difficile l’applicazione delle restrizioni imposte, perchè i capitali possono lasciare l’isola senza perdere valore. Questo limite può minare il raggiungimento degli obbiettivi dati dal Ministro delle Finanze Michael Sarris per rendere operative le restrizioni in poche settimane. Quando le economie di Asia e America Latina hanno cercato di arginare la fuga di capitali tra il 1980 e il 1990, le misure che dovevano venire attuate per 6 mesi, sono poi durate 2 anni. In Islanda, un’altra nazione che ha perso il controllo del proprio sistema bancario, dal crollo del 2008 mantiene ancora oggi le restrizioni speciali attive. Secondo alcuni analisti finanziari, il caso Cipro potrebbe durare a lungo e le restrizioni “temporanee” estendersi per molti anni.

 

I Capitali Russi a Cipro

russian capitalCipro potrebbe annunciare quali controlli e misure nello specifico adotterà a partire da domani, giornata in cui è programmata, salva ulteriori proproghe, la riapertura delle banche che sono chiuse da quasi 2 settimane. I leader Ciprioti ovviamente stanno cercando di evitare la fuga di capitali dall’isola. I capitali russi a Cipro sono oltre 20 miliardi di euro e circa un quarto dei depositi complessivi in tutto il sistema bancario.

La settimana scorsa la banca centrale è stata investita di ampi poteri, inclusa la possibilità di forzare il rinnovo dei depositi vincolati a scadenza. Ci saranno anche controlli e restrizioni sull’apertura di nuovi conti, l’utilizzo di carte di credito, bonifici e movimentazioni di denaro contante e non contante.

Nikolaos Panigirtzoglou, strategist di JPMorgan sostiene che controlli seri saranno necessari, poichè non esiste una sola ragione tale per cui questi capitali debbano rimanere sull’isola di Cipro volontariamente, è difficile non essere d’accordo.

 

Il finanziamento da parte della BCE

La fuga di capitali da Cipro, potrà minare i successivi finanziamenti dopo questi primi 10 miliardi di euro che la Banca Centrale Europea ha approvato per il salvataggio.  Una volta erogati poi 30 miliardi di Euro, la BCE chiederà a Cipro ulteriori garanzia e sacrifici, perchè altrimenti esiste la concreta possibilità che Cipro non riesca a restituire il prestito. 

 

Il risultato del capital control in Islanda

capital controlQuando l’Islanda ha imposto controlli specifici sui capitali, dopo che avvenne lo scoppio della bolla immobiliare e il conseguente crollo del sistema bancario, venne anche in quel caso affermato che si trattava di una serie di restrizioni assolutamente temporanee, invece dopo diversi anni le restrizioni non sono ancora state rimosse. In quel caso si era in presenza di società finanziarie delle dimensioni di 11 volte l’economia nazionale, il volume in gioco era troppo elevato per pensare ad un salvataggio, Così l’Islanda lasciò fallire le bad company e cerco di salvare il salvabile, la moneta Islandese, la Corona, si valutò di circa il 50%.

Le restrizioni imposte avevano lo scopo di stabilizzare la moneta, il capital control anche nel caso dell’Islanda ebbe invece un impatto negativo sull’economia. Gli stranieri smisero di investire in Islanda e contemporaneamente per le aziende islandesi diventò difficile vendere le proprie obbligazioni all’estero. Dopo un raddoppio annuale costante per 5 anni consecutivi, si è passati in quel caso ad un crollo degli investimenti esteri sull’isola, del 25% rispetto ai livelli pre-crisi. Sarebbe più semplice uscire dalla crisi potendo instillare fiducia nei mercati, mentre questi controlli e restrizioni vanno proprio in direzione contraria.

 

Un Doppio Tasso di cambio

doppio tasso di cambioA causa del capital control le obbligazioni denominate in corone non possono venire convertite in valuta estera quando scadono, devono obbligatoriamente venire reinvestite in assets in corone. Questo paletto ha generato un doppio tasso di cambio, una quotazione per il mercato interno e uno offshore.

La corona offshore è meno valutata della corona ufficiale, a causa della difficoltà di poter venire scambiata in dollari o euro. Un euro ha un valore di 159,54 corone nel mercato ufficiale e 220 corone nel mercato offshore. Lo stesso fenomeno accadrà in questa situazione, nel caso in cui appunto un paese rimanga escluso dalla libera circolazione di moneta si creeranno due tassi di cambio. Ci saranno due euro, l’euro cipriota, vincolato alle banche interne a Cipro e non scambiabile, e un euro ufficiale, regolarmente scambiabile nel mercato ufficiale. Il punto essenziale di una moneta unica è la libera circolazione della moneta, se la libera circolazione viene impedita, si creano due o più monete in vari mercati interni, che hanno lo stesso nome, ma di fatto è come se fossero due monete diverse.

 

La nascita dell’EURO2?

Per la particolarità della situazione, il capital controlCipro dovrà essere più severo di quello in Islanda. In Islanda importatori ed esportatori potevano facilmente dimostrare che le transazioni avvenivano per ragioni di natura commerciale e non finanziaria e pertanto è stato possibile mantenere un certo livello di interscambio senza restrizioni, nel caso di Cipro le società Russe potrebbero approfittare di esenzioni di questo tipo, pertanto è possibile che le restrizioni saranno più pesanti. Questo potrebbe ulteriormente favorire la nascita di due tassi di cambio paralleli: uno per l’euro normale e un altro per l’euro ingabbiato dentro il mercato interno a Cipro, una sorta di EURO2.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy