Detroit: l’ennesimo fallimento negli Stati Uniti d’America (USA)

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Detroit: l’ennesimo fallimento negli Stati Uniti d’America (USA)

 

Fallimento DetroitDetroit ha presentato istanza di fallimento. Detroit era uno dei fiori all’occhiello per gli Stati Uniti d’America, una delle città più industrializzate, regina della produzione automobilistica sin dal dopoguerra, con colossi del calibro di Ford, Chrysler e General Motors. Per anni abbiamo assistito ad un lento declino, la popolazione da 1,85 milioni di abitanti nel 1950 è diminuita a 700.000 persone secondo l’ultimo censimento degli Stati Uniti, una riduzione a meno della metà. Il livello di occupazione nel manifatturiero è sceso da 296mila unità nel 1950 alle attuali 27mila, ovviamente di riflesso il livello di disoccupazione è elevatissimo. I dati negativi non finiscono, a completare il quadro ci sono un numero enorme di abitazioni ed edifici disabitati o addirittura pericolanti, un reddito familiare medio quasi il 50% inferiore alla media nazionale e molti dati confermano come questa città ad oggi sia tra le più pericolose del paese, con una delinquenza ai massimi storici, tutto questo ovviamente è il risultato della mancanza di fondi pubblici per finanziare le strade, le forze dell’ordine, la sanità, la protezione civile. Il debito di Detroit è aumentato a dismisura fino a raggiungere i 18 miliardi di dollari, per ogni dollaro il contribuente paga 38 centesimi solo per pagare interessi sul debito, secondo le stime se non fosse stato dichiarato il fallimento nel 2017 ogni dollaro di contribuzione avrebbe pagato 65 centesimi sugli interessi del debito.

La rassicurazione dell’amministrazione comunale è la seguente: “i servizi rimarranno aperti, gli stipendi verranno pagati, le pensioni saranno pagate, non cambierà nulla per il cittadino comune”

Secondo alcuni la richiesta di fallimento è in conflitto con una disposizione della costituzione del Michigan, che impone il divieto di riduzione o ritocchi verso le prestazioni pensionistiche. Nonostante le rassicurazioni pare che a rischio ci siano oltre ai creditori, anche pensioni e stipendi dei dipendenti pubblici. Non si capisce come sia possibile evitare di ridurre le pensioni, visto che dalla casa bianca hanno fatto sapere che dopo l’aiuto di 80 miliardi di dollari erogato durante la prima gestione Obama non è previsto per il momento invio di denaro in aiuto.

Tutto questo proprio nel giorno in cui Moodys non solo conferma agli Stati Uniti la tripla A, ma cambia l’outlook da negativo a stabile. Quindi secondo la famosa agenzia di rating gli States vanno a gonfie vele.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy