GUIDA FOREX OPERATIVA: COME PREPARARE UN TRADE

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

GUIDA FOREX OPERATIVA: COME PREPARARE UN TRADE

 

Nell’articolo precedente abbiamo analizzato come eseguire un trade. Prima di eseguire un trade è necessario eseguire un lavoro di preparazione. Prosegue la nostra GUIDA OPERATIVA FOREX parlando di come preparare un trade, vedremo in questo articolo anche diversi esempi operativi concreti di trading. Vi ricordo che è disponibile l’ebook di forex strategico FOREX TRADING Guida Completa per Principianti – LA BIBBIA DEL FOREX, il più utile degli strumenti se volete intraprendere il mondo del forex in modo corretto.

Fare trading sul mercato del forex significa avere a disposizione un numero molto elevato di coppie di valute sulle quali è possibile operare sia dal lato long che da quello short.

Per questo motivo il trader deve effettuare fin da subito una precisa selezione su dove concentrare le analisi.

Un primo elemento da considerare è rappresentato dalla liquidità e di conseguenza dallo spread bid ask.

La liquidità su EurUsd è sempre molto elevata e questo permette ai broker di offrire ai clienti uno spread anche di 1 solo pip. Diverso è il discorso legato ad un cross come EurZar. Su questo cross i maggiori scambi si perfezionano prevalentemente negli orari di apertura dei mercati europei con spread bid ask molto superiori a quelli di EurUsd.

Minore liquidità significa certamente maggiori costi in fase di entrata e uscita dal trade a causa dell’elevato spread tra bid ask. Di seguito una tabella di spread.

 

 

Un secondo elemento da considerare nella scelta dell’oggetto del trade è certamente rappresentato dalle correlazioni che possono permettere una concreta riduzione del rischio.

Ci sono cross valutari che tendono storicamente a muoversi in sintonia con altri e cross che si muovono invece in direzione opposta. Per esempio è inutile aprire due trade long su EurUsd e UsdChf in quanto la correlazione è storicamente sempre molto vicina a 1.

Viceversa la correlazione negativa tra EurUsd ed EurPln può permettere al trader di giocare su due tavoli completamente diversi poiché, se EurUsd sale, EurPln scende (vedi tabella).

 

 

Selezionati in maniera ottimale i cross sui quali operare è necessario creare una serie di strumenti automatici che possano permettere al trader di trovare le informazioni quantitative più utili e nel minor tempo possibile.

A questo proposito il trader può generare tabelle numeriche aggiornate in tempo reale qualora  disponga di un abbonamento a provider di prezzi collegato ad un software grafico (ad esempio Metastock).

Il  trader può così riepilogare in un semplice foglio di Excel svariati parametri tecnici relativi a ciascun cross valutario; per esempio la media mobile semplice a 50 e 200 giorni,  l’indicatore Rsi a 14 periodi, l’Adx, il valore del Macd, bande superiori ed inferiori di Bollinger, ritracciamenti di Fibonacci, ecc…

In base a questi parametri è possibile identificare i cross con valori tecnici degni di essere analizzati approfonditamente.

Trovati i potenziali oggetti del trade da preparare, si aprono i grafici ed a quel punto bisogna cercare di individuare i movimenti tecnicamente rilevanti.

Lo scopo è chiaramente quello di arrivare ad inserire segnali long/short supportati da indicazioni tecniche forti con basso rischio di perdita.

Tra le tecniche più immediate e semplici per identificare segnali grafici  possiamo ricordare quelle di rottura delle trend lines, dei supporti e resistenze oppure di ritracciamenti primari.

Vediamo alcuni esempi.

Un ottimo indicatore per capire quando EurUsd è prossimo ad un top/bottom primario è rappresentato dalla differenza percentuale tra spot e media mobile semplice a 200 giorni. Quando questa oltrepassa +1 (o – 1) deviazioni standard rispetto alla media storica, allora bisognerà andare a studiare elementi grafici di rottura tecnica. Nella nostra strategia le alternative sono due. Entrare ad esempio short EurUsd quando la trend line rialzista più ripida viene rotta al ribasso, oppure attendere il segnale più lento del golden cross (media a 50 giorni sotto quella a 200).

 

 

Secondo esempio.

Scegliere un cross con un trend molto forte e, per fare questo utilizzare un classico oscillatore come Rsi combinato ad un indicatore di forza come l’Adx.

Trovare un cross (in questo caso EurJpy) con Rsi sotto 30 e Adx sopra 30, segnala una chiara situazione di ipervenduto a fronte di un trend bearish molto forte.

Sappiamo che, per veder esaurito un trend servono divergenze Rsi-prezzo, che qui non si vedono. Quindi bisognerà individuare la tecnica migliore di ingresso (rottura trend line, test media mobile, ecc…) per formalizzare il segnale short.

 

 

Tra gli svariati strumenti di analisi a disposizione del trader esistono però anche quelli legati all’informativa finanziaria e soprattutto all’identificazione delle variabili macroeconomiche in grado di creare volatilità su un cross.

Per questo motivo è utile monitorare giornalmente il calendario macroeconomico (vedi tabella fonte forex factory) al fine di individuare in anticipo l’evento in grado di generare volatilità sul cross valutario che teniamo sotto osservazione.

 

 

Dopo aver visto come preparare un trade, nel prossimo articolo vedremo operativamente come eseguire un trade adottando alcune metodologie di money management con la finalità di ridurre il rischio.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy