GUIDA FOREX OPERATIVA: MONITORARE UN TRADE

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

GUIDA FOREX OPERATIVA: MONITORARE UN TRADE

 

gestire un tradeQuando apriamo un trade arriva al culmine tutta l’attività preparatoria di analisi compiuta in precedenza. Questa decisione apre però una nuova fase di gestione del trade stesso, una fase  che richiede regole molto stringenti e che devono permettere al trader di massimizzare il profitto diminuendo gradualmente il rischio.

Alla base di ogni decisione devono comunque esserci delle regole chiare e precise da rispettare fedelmente.

Prima di tutto bisogna essere consapevoli di quale strategia si vuole seguire.

Sono infatti diversi gli atteggiamenti di monitoraggio del trade se siamo trader trend followers o countertrend.

Il grafico seguente ci fa vedere lo stesso rapporto di cambio (EurJpy), ma sotto due diversi punti di vista. Il primo è quello che privilegia un trade aperto nella direzione del trend primario, il secondo invece in countertrend. Già questo diverso approccio crea differenze nel fissare i livelli di stop loss e/o take profit.

 gestire un trade

 

Altro elemento da non dimenticare è quello della rigidità nelle decisioni. E’ importante non essere fermi nelle proprio posizioni, ma piuttosto adeguare continuamente i livelli di stop loss e/o take profit al mutare delle condizioni di mercato. Spesso notizie provenienti da dati macroeconomici o decisioni delle banche centrali, alterano la volatilità di un rapporto di cambio ed è per questo motivo che è opportuno monitorare quotidianamente il calendario economico.

Nel grafico seguente si può notare l’importanza di adeguare quotidianamente i livelli di stop loss per evitare che una news negativa ci prenda di sorpresa azzerando i guadagni accumulati. Ad esempio nel grafico seguente la decisione della Riksbank di tagliare i tassi di interesse svedesi il 17 dicembre, ha fatto ritornare EurSek molto velocemente al di sotto del punto di ingresso. Un non adeguamento dello stop loss al punto di pareggio avrebbe comportato perdite elevate.

guida forex

 

La stessa strategia di money management va seguita con una certa chiarezza, fissando a priori dei livelli di uscita, sia in utile che in perdita, ma anche delle percentuali di capitale che si vogliono mantenere all’interno del trade nonostante il raggiungimento degli obiettivi.

Importante  anche la fase di ulteriore incremento delle posizioni mediando al rialzo o al ribasso il prezzo iniziale di ingresso.

Vediamo ora di mettere insieme tutti questi concetti e di capire meglio come gestire il trade, affidando ad un prossimo articolo la gestione della chiusura dei trade.

Il grafico seguente rappresenta un trade long aperto su EURSEK in un momento in cui il trend è chiaramente favorevole al cross. La decisione di entrare è maturato in seguito formalizzazione di una figura di testa e spalla rialzista generata dalla rottura della neck line di 8.6600.

A questo punto abbiamo la possibilità di fissare già a priori un take profit minimo (l’obiettivo della figura, quindi 2000 pips dal punto di rottura) ed uno stop loss (il minimo della spalla destra 8.5590). Chiaramente diversa sarebbe stata la situazione se invece avessimo aperto un trade short, quindi in controtendenza. Lo stop loss avrebbe dovuto essere più stringente e soprattutto l’obiettivo di profitto più contenuto.

 guida forex

 

Ma seguiamo l’operazione.  EurSek dopo la rottura di8.66 hapreso la direzione rialzista auspicata. Per evitare perdite è importante adeguare immediatamente lo stop loss sul punto di ingresso e magari questo può essere fatto fissando una regola chiaramente personalizzabile.

Una scelta  potrebbe essere quella di adeguare il prima possibile lo stop all’entry level, ma in questo caso si potrebbe incappare in movimenti volatili del mercato con frequenti attivazioni di stop loss ed una scarsa redditività del trade.

Un metodo più equilibrato è quello che prevede l’adeguamento dello stop loss al livello di ingresso quando il prezzo ha già raggiunto la metà del mio profitto potenziale. In questo caso, visto il potenziale di 2000 pips, sarebbe stato saggio adeguare lo stop al livello di entrata quando EurSek toccava almeno 8.7600 (8.6600 + 1000 pips)

gestire un trade

 

Chiaramente un trader può essere più o meno aggressivo nella definizione dello stop loss. Prendiamo ad esempio il caso recente di AudUsd. AudUsd ha toccato il 12 dicembre un massimo di 1.0586, esattamente sulla down trend line ribassista di lungo periodo. Bisognava solo attendere un pattern bearish, puntualmente arrivato il giorno seguente con un bearish engulfing pattern.  Il 13 dicembre scatta perciò lo short sotto l’apertura del 12 dicembre (1.0525) con stop loss il massimo del giorno stesso (1.0585). Quella strategia ha chiaramente premiato ed ora il trader può permettersi di adeguare lo stop al livello di ingresso.

 gestire un trade

 

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy