GUIDA FOREX OPERATIVA: CHIUDERE UN TRADE

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

GUIDA FOREX OPERATIVA: CHIUDERE UN TRADE

 

Proseguiamo la nostra guida forex operativa. Nella nostra guida forex abbiamo parlato di come eseguire un trade, come preparare un trade, e come monitorare un trade. Oggi nella nostra guida forex vediamo come effettuare la chiusura di un trade. Sembra banale, ma non lo è affatto, è un’operazione che va svolta con discernimento.

Tante volte i trader non sanno bene quando chiudere un’operazione, stanno in un trade all’infinito fino quando non perdono tutti i guadagni accumulati. Affinché questo non succeda  bisogna darsi delle regole anche perchè chiudere un trade è probabilmente molto più difficile che aprirlo.

Ci sono due scuole di pensiero: c’è chi dice che i target si possono prevedere o comunque è possibile avere una buona stima di essi, altri invece dicono che nessuno può sapere dove vanno i prezzi e quindi è praticamente impossibile individuare un target.
Seppur personalmente sposo di più la prima teoria, cercheremo di analizzarle entrambe perché la gestione dei due approcci è molto diversa.

Ci sono dei metodi consolidati per stimare dove i prezzi potranno convergere, metodi basati sui principi dell’analisi tecnica. Vediamo alcuni esempi che possono aiutarci nella stima di questi target.
Le estensioni di Fibonacci, le onde di Elliott e il price action sono degli esempi. Ad esempio se vedo un breakout dei prezzi da un range orizzontale, un buon target potrebbe essere la proiezione dell’ampiezza del range stesso. Il grafico seguente ci mostra un esempio concreto. UsdZar tra giugno e ottobre 2012 è rimasto all’interno di un range 8.06-8.48 (prezzi di chiusura). Nel momento del breakout verso l’alto il nostro target rialzista è diventato pari a 8.48+0.42=8.90, raggiunto l’8 ottobre.

 chiudere un trade

 

Altro classico esempio che possiamo citare in questa guida forex è quello rappresentato dalla proiezione di un movimento di prezzo generato dalla formalizzazione di un testa e spalla o di un doppio minimo o massimo. Anche in questo caso un grafico può essere di aiuto per fissare il nostro target di uscita dal trade. AudChf ha formalizzato un segnale short il 22 febbraio con la rottura ribassista della neck line del testa e spalla. Il nostro obiettivo sarà rappresentato dal range che intercorre tra il massimo della testa (0.9942) e la neck line (0.9711). I 231 pips vengono misurati dal punto di rottura , quindi 0.9785. Il 24 febbraio viene raggiunto il target di 0.9554 dove chiuderemo il trade.

 guida forex

 

In tutti i casi comunque  il punto centrale è che apriamo un trade con un target in mente ed in teoria, quando i prezzi raggiungono quel target, dovremmo prendere profitto e cercare un’altra opportunità.
Spesso e volentieri però il trader, quando arriva a questo punto, comincia a credere di fare parte di un trade di più ampia portata e non chiude l’operazione. Ed è proprio qui che spesso si annidano gli errori più frequenti, errori che possono essere evitati solamente utilizzando metodi predefiniti come l’adeguamento manuale degli stop loss e l’utilizzo dei trailing stop.

Il grafico seguente della nostra guida forex mostra un tipico caso di adeguamento manuale dello stop loss alla media mobile a 20 settimane.

 guida forex

 

Alcuni trader sono più tranquilli nel delegare il processo di decisione di chiusura del trade al computer invece di renderlo discrezionale e per questo si affidano ai trailing stop. L’immagine seguente mostra le varie possibilità che un tipico broker (in questo caso) Oanda offre al trader per gestire e chiudere un trade.

chiudere un trade forex

Il concetto dei trailing stop è abbastanza semplice: quando il prezzo si muove nella direzione voluta di “x” pip, lo stop loss si sposta di “y” pip.
I parametri sono personalizzabili quindi possiamo stabilire che lo stop loss si muova automaticamente di 10 pips ogni volta che i prezzi salgono di 50 pips per esempio.
I trailing stop vengono usati perché non si vuole chiudere una posizione ad un determinato target ma si spera in un movimento continuo dei prezzi in una direzione. Il trailing stop si muoverà di conseguenza proteggendo i profitti.
Il problema di questo approccio è che molto spesso si rischia di venire bloccati dalla volatilità tipica del mercato forex.

Questa è una strategia valida magari abbinandola alla precedente strategia discrezionale. La tecnica è quella nota come “scale out” cioè un mix tra le due utile soprattutto se psicologicamente non reggo di vedere i prezzi che continuano a correre dopo che io ho chiuso il trade. Raggiunto un target chiudo parte posizione e con l’altra adeguo lo stop o manualmente o con il trailing stop.

Per esempio un classico metodo è quello di chiudere il 50% di posizione in profitto e  lasciare l’altra parte aperta con un trailing stop.

Il grafico illustra il trade long attualmente in corso su AudJpy dove, a chiusura avvenuta per metà della posizione, abbiamo abbinato un trailing stop che incrementa di 21 pips ogni giorno il nostro stop loss coincidente con la media mobile a 20 giorni.

 guida forex esempio

 

In conclusione quello che importa nella fase di chiusura del trade è prendere una decisione, fissare delle regole precise e attenersi a quelle. Se abbiamo scelto un buon sistema, la statistica farà il resto facendoci accumulare i profitti nel tempo.

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy