Indicatore MACD Che cos’è Esempi di Utilizzo

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE

APP PER IL TELEFONINO

SEGNALI DI TRADING GRATIS

Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Indicatore MACD

Che cos’è Esempi di Utilizzo

 

L’indicatore MACD è stato sviluppato da Gerard Appel  ed unisce la differenza tra due medie mobili esponenziali (solitamente 12 e 26 giorni) con una media mobile esponenziale a 9 giorni di questa differenza, la cosiddetta signal line.

Il risultato che esce da questo semplice calcolo è un oscillatore livellato senza limiti superiore e inferiore che però può fornire diversi segnali operativi attraverso le divergenza, l’attraversamento della linea dello zero o il taglio delle due linee stesse.

Il concetto di base dell’indicatore MACD è legato al fatto che, quanto più veloce è l’allontanamento delle media mobile veloce rispetto alla media più lenta, tanto maggiore è il momentum del mercato e della tendenza in atto.

Stesso discorso vale per la linea di equilibrio (lo zero); quanto più ci si allontana dalla linea di equilibrio tanto più esteso è il movimento di prezzo.

Il MACD solitamente viene utilizzato per segnali di medio e lungo periodo proprio per gli indicatori che lo compongono i quali, in un arco di tempo molto ristretto, danno origine a molti falsi segnali.

Andiamo a vedere adesso qualche esempio operativo per capire meglio il funzionamento dell’indicatore MACD.

Il grafico seguente è un weekly del cambio forex AudChf. Cominciamo ad analizzare il periodo di settembre 2012 quando si verifica il primo segnale bullish (le linee blu). Il taglio verso l’alto della media più veloce rispetto a quella lenta è un primo segnale rialzista per i traders più aggressivi. Il secondo segnale arriva quando la media più lenta taglia verso l’alto la linea dello zero. A marzo 2013 arriva però il primo segnale di take profit con il taglio della media veloce verso il basso rispetto a quella più lenta (linea rossa).

Ma attenzione! Il trend bullish non è ancora morto e ce ne accorgiamo quando le linee del MACD si rifiutano di scendere sotto lo zero. A quel punto era sufficiente attendere il taglio che puntuale arriva a giugno. A seguire cominciano ad arrivare nuovi segnali bearish che di fatto annullano definitivamente il bull market con la discesa sotto la linea dello zero di entrambe le linee dell’indicatore MACD.

 pa1633 

 

Il secondo grafico forex è relativo a NZDUSD e mette in luce l’importanza delle divergenze per questo oscillatore.

Come possiamo vedere i segnali ribassisti nel corso del 2009 risultarono molto forti e soprattutto corretti, ma ogni ribasso ha una fine e la capacità del trader deve essere quella di selezionare ed interpretare gli oscillatori nel modo migliore possibile.

Il primo segnale bullish su NZDUSD arrivò a dicembre 2009, un segnale che però risultò falso in quanto, da lì a qualche settimana, il cambio fece segnare un nuovo minimo. Ma attenzione, in realtà quel segnale stava comunque segnalando un bottom primario in formazione e la divergenza tra indicatore MACD e prezzi ne era una conferma. Per i trader più conservativi arrivò in seguito un nuovo segnale bullish che comunque consentì di raccogliere ancora un bel po’ di quel trend bullish che avrebbe caratterizzato NZDUSD nei mesi a venire. Anche in questo caso da apprezzare la tendenza del MACD di appoggiarsi sulla linea dello zero senza però mai valicarla al ribasso, un segnale che il bull market era ancora vivo e vegeto e che consentiva nuovi ingressi bullish nel corso del tempo.

pa1634

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE

APP PER IL TELEFONINO

SEGNALI DI TRADING GRATIS

Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy