Analisi Forex Settimanale: L’assenza delle banche centrali

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Analisi Settimanale

L’assenza delle banche centrali

I mercati sembrano essere storditi da dicembre, mese in cui la BCE ha deluso gli investitori non aumentando la portata del QE e la Fed ha “osato” alzare i tassi di interesse. Quasi in un atto di sfida i tassi a 2 anni americani che avevano toccato quota 1% sono scesi del 30% per non parlare dei tassi europei, tutti ampiamente sotto lo zero sul segmento 2 anni, ma con punte da -0,50% sui titoli tedeschi. Da questo punto di vista Draghi sarà forse costretto a rincorrere il mercato, troppo timido quel -0,30% di tasso sui depositi di dicembre. Dall’altra parte c’è una Fed sempre più in difficoltà nel sostenere le proprie posizioni di rialzo dei tassi. Venerdì scorso però sembra essere arrivata una stampella. Il salario orario è salito su base annua a gennaio del 2,5% seguendo il già elevato +2,7% di dicembre. A questo punto manca un’inflazione core che supera stabilmente il 2% e crediamo che il gioco sarebbe fatto con un altro rialzo dei tassi da mettere in cantiere. Certo, c’è l’incognita del rallentamento economico abbinata all’incertezza dei paesi emergenti e della crisi dei paesi produttori di petrolio, ma la Fed non vuole farsi sorprendere dall’inflazione. Oltretutto il cambio EurUsd si è mosso verso l’alto consentendo alla Banca Centrale americana di agire con maggiore serenità vista la debolezza del biglietto verde. Si tratta di capire se questa debolezza è un semplice movimento tecnico o un atto di sfiducia del mercato verso la Fed. Graficamente è stata raggiunta comunque la prima soglia di resistenze in area 1.125 dove le due gambe di rialzo partite a dicembre si equivalgono. Qui passa anche la media mobile a 1 anno, insomma siamo ad un bivio. Sfondare questa resistenza aprirebbe le porte a 1.15/1.17 e forse a tanti dubbi sui mercati.

euro

 

Molto minaccioso l’andamento di UsdJpy dell’ultima settimana. In pochi giorni svanito l’effetto taglio dei tassi da parte della Bank of Japan con il cambio tornato ad insidiare il supporto di area 116. Inutile negarlo, una frattura di questa soglia tecnica sarebbe decisamente negativa per i mercati azionari e finanziari in generale rappresentando UsdJpy uno dei più classici hedge di rischio. La rottura di 116 formalizzerebbe un chiaro testa e spalla ribassista con proiezioni da brivido verso 105/106. Staremo a vedere cosa succederà ma certamente la violenta discesa degli ultimi giorni fa capire come i ribassisti hanno intenzioni tutt’altro che benevole.

 usdjpy

Non è ancora ora di cambiare trend. Questa la sentenza uscita dall’ultima settimana per diversi cross. EurAud, EurNzd, EurCad ed anche EurTry. Come si vede dal grafico la Lira Turca non ha saputo cambiare passo in area 3.20 ed immediata è arrivata la punizione del mercato nel momento in cui la volatilità si è alzata.
A questo punto, collegandosi all’analisi precedente fatta prima su UsdJpy, non ci vuole molto a capire che se lo Yen aumenterà la pressione sul Dollaro per la Lira turca il destina è segnato con EurTry che andrebbe a ritoccare i massimi di inizio anno.

eurtry

 

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy