Market Movers: Ingorgo di Banche Centrali

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Ingorgo di Banche Centrali

Deflazione in corso

Il dato sull’inflazione america ha di fatto ha certificato l’arrivo della deflazione negli Stati Uniti che chiudono gennaio con i prezzi al consumo in calo dello 0,1%, meglio di Eurolandia (-0,6%), ma di fatto ben lontani da quel 2% al quale ambisce stabilmente la Fed. E’ vero che la causa di ciò è stata la volatilità dei prezzi energetici, ma che i tassi di interesse sulla parte lunga della curva americana stiano raccontando la verità sull’inflazione attesa nei prossimi anni, abbiamo pochi dubbi. Di fatto manca la domanda strutturale, quella che deriva dalla maggiore ricchezza dei cittadini per effetto di salari più elevati. La disoccupazione americana scende, ma si lavora tutti un po’ di più e si guadagna un po’ di meno almeno se ragioniamo in termini medi.

pa1925

Molto importanti i dati che arriveranno dagli States nella settimana entrante. Si comincia il 2 marzo con spesa e reddito personale oltre a ISM manifattura. Il 4 marzo toccherà all’ISM servizi, il 5/3 agli ordini di fabbrica per chiudere il 6/3 con disoccupazione e deficit commerciale; le nuove buste paga emesse sono attese a +235 mila unità.

 

Comincia il QE della BCE

Il meeting di marzo della BCE sarà un momento di passaggio tra una fase poco espansiva ad una fase molto espansiva sul fronte della liquidità erogata dalla Bce. Il QE partirà ed il 5 marzo Draghi fornirà qualche particolare ulteriore circa le attività che verranno svolte da Francoforte nei prossimi mesi oltre all’atteggiamento che terrà la BCE nei confronti della Grecia. Lo stesso giorno toccherà alla Bank of England fornire qualche indicazione in più sull’evoluzione della politica monetaria inglese. Per quello che riguarda i dati europei pubblicati questa settimana da tenere sotto osservazione la disoccupazione e l’inflazione in uscita il 2 marzo, i prezzi alla produzione il 3 marzo, gli ordini di fabbrica tedeschi il 4 marzo ed il Pil del quarto trimestre il 6 marzo.

 

Altri banchieri centrali in azione

Oltre a BCE e BOE saranno diverse le banche centrali che interverranno sui tassi di interesse questa settimana. Il 3 marzo è atteso un taglio nei tassi ufficiali australiani (dal 2,25% al 2%); lo stesso evento è previsto il giorno successivo in Canada dove è previsto un ulteriore taglio del costo del denaro di 25 punti base allo 0,50%.Nella stessa giornata si riunirà la banca centrale brasiliana.

 

TRADE DELLA SETTIMANA

La settimana sarà molto intensa per l’Australia che, oltre ai tassi di interesse, conoscerà i dati di Pil (4 marzo), vendite al dettaglio e bilancia commerciale (5 marzo). A questo proposito sembra interessante il profilo tecnico di EurAud che vanta un Roc a 8 settimane compatibile con un bottom di breve periodo che potrebbe invogliare l’attività long. Considerando che in area 1.40/1.41 si posizionano diversi supporti statici e dinamici, questo tipo di operatività presenta un buon rapporto rischio rendimento alle condizioni attuali. Il minimo di settembre di 1.38 dovrebbe rappresentare l’ideale stop loss dell’operazione.

pa1926

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy