Market Movers: Dicembre sarà scoppiettante

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Dicembre sarà scoppiettante

 

La Fed è pronta

Entriamo nella settimana che precede l’attesissimo meeting BCE del 3 dicembre, quello in cui Draghi dovrebbe annunciare l’ormai scontatissimo QE2. Scontatissimo poiché i tassi governativi europei a 2 anni di alcuni paesi come Germania e Francia prezzano rendimenti già ora inferiori a quel -0,30% che dovrebbe rappresentare la mossa messa in campo da Draghi per frenare i depositi delle banche private a Francoforte. Questa corsa ai governativi è senza se e senza ma visto che anche Spagna e Italia hanno tassi negativi sul 2 anni.
Tornando però agli Stati Uniti, la pubblicazione dei verbali dell’ultimo FOMC di ottobre ha confermato come ormai tutti i membri della Fed sono concordi nell’aumentare i tassi a dicembre. Lo stesso si nota ormai nei tassi governativi a 2 anni con rendimenti prossimi al 1%. Non saranno tanti i dati in arrivo dagli States questa settimana. Interessante la revisione del Pil terzo trimestre e la fiducia dei consumatori previsti in uscita il 24 novembre a cui seguiranno reddito e spese personale il 25 novembre.

 

Sarà maxi QE?

I mercati scommettono forte sulle nuove misure di liquidità che la BCE adotterà il 3 dicembre e queste attese si sono ulteriormente accentuate dopo i drammatici attentati parigini. Draghi potrà sostanzialmente fare quello che vorrà visto che i tedeschi, la cui economia è in rallentamento, non opporranno nessuna resistenza. Vedremo dove si posizioneranno i mercati ma intanto attenzione all’indice tedesco IFO del 24 novembre ed il giorno prima a tutti gli indicatori Pmi di Eurolandia. Sempre rimanendo ai dati si chiuderà il 27 novembre con i dati di fiducia di consumatori ed imprese.

 

Bye Bye Abenomics

Con la formalizzazione della recessione giapponese ed il ritorno in deflazione, la politica monetaria giapponese colleziona l’ennesimo flop con Abe che ora dovrà inventarsi qualcosa di diverso per cercare di rivitalizzare un’economia sempre più deludente. L’arma valutaria appare l’unica strada percorribile in un paese demograficamente al tramonto, ma diventa difficile svalutare quando anche il resto del mondo sta cercando di farlo. Saranno soprattutto interessanti i dati giapponesi in uscita venerdì 27 novembre con disoccupazione ed inflazione a dominare la scena.

 

Trade della settimana

Per la Sterlina contro Euro la zona di supporto di 0.70 rappresenta un momento chiave in ottica di lungo periodo. Come si può vedere dal grafico nel corso dell’anno in diverse occasioni EurGp ha tentato di sfondare questo supporto, ma senza successo. Ora ci risiamo di nuovo con una divergenza RSI-Prezzi che però potrebbe anticipare l’ennesimo fallimento dell’assalto da parte degli orsi. Il rischio è quello di scivolare fino a 0.68 (zona di transito della trend line che unisce i due minimi primari dell’anno), ma diciamo che qui ci troviamo di fronte ad un rischio tollerabile. Entrare long in questo momento è ovviamente rischioso, ma considerando che in settimana verrà pubblicato il Pil inglese e che la Gran Bretagna per il secondo mese consecutivo è andata in deflazione, il tema rialzo tassi appare non così stringente come negli States.

eurgbp

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy