Market Movers: Draghi Sboom!!

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Draghi Sboom!!

 

Obiettivo Fed

Questa sarà una settimana che farà da intermezzo tra il meeting della BCE dal quale è emersa una generale delusione verso le scelte di Mario Draghi e la riunione della Fed del 16 dicembre, momento nel quale verrà rimossa la politica del tasso zero. L’indice ISM manifatturiero uscito sotto 50 punti non sembra aver turbato più di tanto il mercato il quale sconta ormai per certo un evento che grandi danni soprattutto sull’azionario americano non ne ha prodotti. A conferma di come l’economia poggia su spalle ancora robuste il buon dato dell’occupazione di venerdì.
Saranno molto pochi i dati macro previsti in uscita lato America questa settimana. Sarà soprattutto la giornata del 11 dicembre quella più ricca di eventi con le vendite al dettaglio, i prezzi alla produzione e la fiducia dei consumatori.

QE2, deluse le aspettative

Sulla sponda europea c’è un QE2 ritoccato in partenza e soprattutto un’inflazione da risollevare. Il pessimo dato della settimana scorsa ha infatti mostrato una stima di CPI per il mese di novembre in ulteriore accartocciamento con il dato core sceso nuovamente sotto l’1%. Agire subito ed in fretta, questa l’idea di Draghi anche per spingere un Pil che rallenta la sua velocità di risalita e la cui revisione del terzo trimestre è prevista per l’8 dicembre. Come abbiamo detto i mercati sono rimasti deluso dal Presidente della BCE. Il taglio dei tassi di deposito era previsto ma di un’entità maggiore (- 0,30% il nuovo tasso), così come l’allungamento della scadenza del piano di riacquisto era prevedibile ma a questo non si sono affiancate misure di espansione della misura del QE. Il mercato si aspettava fino a 80 miliardi di euro al mese mentre il tutto è rimasto invariato a 60 miliardi. Un pannicello caldo l’allargamento ai bond regionali i titoli oggetto di riacquisto.

 

Mondo emergente

La Cina entra nel paniere del Fondo Monetario Internazionale ed ovviamene gli scambi sullo Yuan si intensificheranno ancora di più nei prossimi anni. C’è però un presente da gestire e questa settimana alcuni dati piuttosto interessanti ci indicheranno lo stato di salute della Cina. L’8 dicembre tocca ai dati di import-export, il 9 dicembre inflazione e prezzi alla produzione, il 12 dicembre le vendite al dettaglio.
Rimanendo all’interno del mondo emergente la giornata del 9 dicembre sarà cruciale con tanti dati di inflazione. Sud Africa, Brasile, Messico, tre paesi colpiti dalla svalutazione contro Dollaro e quindi da pressioni inflazionistiche al rialzo.

 Trade della settimana

Rottura ribassista per EurNok prima della BCE, completamente annullata giovedì con il più classico dei movimenti di reazione sui supporti. La decisione dell’OPEC di mantenere invariata la produzione ha poi contribuito in maniera decisiva al fallimento dell’ipotetico testa e spalla ribassista che si stava formando. Il cross è andato a testare la parete della trend line ribassista di breve ma uno sfondamento di 9.30 aprirebbe le porte ad un nuovo test dei massimi. Viceversa una chiusura sotto 9.10 rilancerebbe con decisione l’ipotesi di testa e spalla con target in area 8.70.

eurnok

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy