Market Movers: CHI FERMERA’ L’EURO?

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

CHI FERMERA’ L’EURO?

 

VENERDI’ 8 NOVEMBRE VALANGA DI DATI

La decisione della Fed di mantenere invariata la politica monetaria, seppur fissando un limite temporale preciso legato al tasso di disoccupazione, ha permesso al mercato valutario di prendersi una pausa di riflessione consolidando alcuni trend tra cui quello di EurUsd. Ormai è evidente che la fascia di prezzo compresa tra 1.3950 e 1.41 sarà decisiva per il futuro dell’Euro e questa settimana, le parole di Draghi potrebbero rappresentare un market mover importante per il mercato valutario. Come già ripetuto in altre occasioni, il rapporto tra “balance sheet” Fed e Bce è un ottimo indicatore circa la tendenza futura di EurUsd e le notizie provenienti da Washington e Francoforte degli ultimi mesi sono state ovviamente pro Euro complice l’ennesimo allargamento del divario di liquidità tra le due aree economiche.

Tra i principali dati americani della settimana entrante ricordiamo gli ordini di fabbrica previsti per il 4/11, l’indice anticipatore il 6/11, ma soprattutto il Pil del terzo trimestre, i NFP non farm payrolls, spesa e reddito personale e fiducia dei consumatori tutti insieme l’8 novembre.

 

SAPRA’ DRAGHI RAFFREDDARE GLI ENTUSIASMI SULL’EURO?

E’ questa la domanda ricorrente sul mercato poiché è chiaro che i flussi di denaro si spostano a seconda degli atteggiamenti più o meno espansivi delle banche centrali. Il 7 novembrela BCE(ela BOE), comunicheranno la loro politica monetaria e c’è da scommettere che il mercato seguirà con attenzione le parole di Draghi. Tra gli altri dati macro da ricordare, i Pmi manifatturieri del 4/11, i prezzi alla produzione del 5/11 ed infine la produzione industriale del 7/11.

 

AUSTRALIA, L’EX REGINA DEL CARRY TRADE

Sarà veramente una settimana ricchissima di informazioni  economiche quella che si apre per l’Australia. L’evento centrale è rappresentato dal meeting della RBA del 5 novembre, ma il 4/11 verranno pubblicati i dati sulle vendite al dettaglio e prezzi delle abitazioni e il 7/11 quelli sulla disoccupazione.

Per quello che riguarda l’Aussie la condizione tecnica di medio periodo è ancora negativa, con il rimbalzo delle ultime settimane dovuto ad un eccesso di sentiment negativo che si era accumulato nei mesi estivi.

Come si vede dal grafico la tecnica basata sulle Ichimoku cloud prevedeva un primo livello di resistenza proprio in area 0.97, al di sopra del quale si salirebbe fino alla parità. Lo stesso indicatore Rsi settimanale ha fallito una rottura rialzista che sarebbe stata anticipatrice di un proseguimento del bull market che a questo punto potrebbe aver già visto il suo esaurimento.

  

 

TRADE DELLA SETTIMANA

Il cambio UsdMxn continua a lavorare all’interno di un ampio triangolo teoricamente bullish visto che si è generato dopo il forte rialzo di maggio-giugno. La media mobile a 200 giorni continua a supportare UsdMxn e per questo motivo potremmo essere prossimi ad una nuova risalita verso la resistenza di area 12.90; il raffreddamento degli oscillatori sembrerebbe favorire questa soluzione nel breve periodo. Il giorno 8 novembre il dato sull’inflazione e le minute dell’ultimo meeting della banca centrale messicana rappresenteranno elementi in grado di generare volatilità

 

 

consulta i market movers precedenti

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy