Market Movers: Il grande occhio delle banche centrali

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Il grande occhio delle banche centrali

Yellen e Kuroda

Dopo la settimana della BCE entriamo in un’altra di quelle ottave che vede protagoniste due grandi banche centrali, quella americana e quella giapponese. La Fed si riunirà per decidere sui tassi il 27 aprile mentre la Bank of Japan il giorno successivo ci farà capire come intende frenare la forza dello Yen rilanciando l’economia. Del Giappone parleremo dopo, intanto vale la pena rimarcare come sui tassi americani, nonostante nuovi massimi storici sui mercati azionari a Wall Street, l’aspettativa dei mercati è ancora piuttosto tiepida con il calo marcato del Dollar Index a testimoniare come le previsioni di rialzo dei tassi si stanno spostando a fine anno. La Fed però non deve sbagliare una seconda volta i tempi. Saltare giugno ed andare a quel punto a dicembre (per non interferire con le elezioni) avrebbe un impatto non indifferente su Dollaro ed emergenti, ma al tempo stesso potrebbe gettare al vento l’occasione di aumentare il costo del denaro in  un momento particolarmente favorevole per i listini azionari. Altri dati verranno comunque pubblicati in settimana a partire dalla vendita di case il 25 aprile, seguite dagli ordini di beni durevoli e fiducia consumatori il 26 aprile.

Draghi, barra dritta

In Europa il post BCE non ha generato grandi movimenti valutari. Draghi ha ribadito come la BCE terrà alta la guardia pronta a nuove iniziative se necessario. Il paniere di bond che potranno essere riacquistati verrà allargato ad uno spettro più ampio anche di emittenti non europei e questo per evidente carenza di strumenti acquistabili sul mercato. Rimane per ora sullo sfondo la possibilità di utilizzare l’elicotterro per far scendere a valle il denaro, ma certamente a Francoforte si cominciano ad ipotizzare anche scenari estremi. Andando ai dati macro attenzione all’indice IFO tedesco in apertura di settimana (25 aprile) per poi chiudere il 28 aprile con dati di fiducia di consumatori ed imprese. In attesa della Brexit degno di nota il dato sul Pil inglese del primo trimestre 2016.

Giappone, tassi sempre più negativi

Come detto dal Giappone, oltre al meeting della Boj, sono attesi importanti dati macro il 28 aprile. Disoccupazione, inflazione e produzione industriale chiariranno meglio a che punto si trova la congiuntura nipponica. Tornando alla Boj l’apertura a nuove misure di tassi negativi ha indebolito lo Yen spingendo ancora più in basso i tassi di mercato offerti dalle obbligazioni nipponiche.

Trade della settimana

Il 27 aprile si riunirà la banca centrale neozelandese per fissare il costo del denaro attualmente al 2,25%. EurNzd è ingabbiato negli ultimi 6 mesi in uno stretto trading range compreso tra area 1.58 e area 1.72. La base inferiore coincide con la media mobile a 2 anni che sta fungendo da base di appoggio proprio degli ultimi sei mesi di quotazioni. Considerando la possibilità che l’estate porti nuova volatilità sul mondo emergente ed il forte legame che esiste tra economia neozelandese e cinese, preferiamo in questo momento il lato long EurNzd per sfruttare anche oscillatori particolarmente depressi che possano spingere nella parte alta il cross.

nzd

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy