Market Movers: L’ora del QE2

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

L’ora del QE2

 

Disoccupazione e Fed

Ed eccoci finalmente alla settimana che ci porterà al tanto atteso QE2 della BCE, operazione ormai scontatissima del mercato e che non dovrà deludere le aspettative di operatori che stanno alzando sempre di più l’asticella. I tassi in Europa scendono a livelli mai visti e fuori anche da ogni ipotesi del più pessimista degli economisti almeno fino a qualche anno fa, mentre l’Euro si sta sbriciolando pur mantenendosi al di sopra dei minimi del 2015 a 1.0460. Quindi giovedì toccherà alla BCE la quale dovrà prendere atto che l’economia è di nuovo entrata in una fase di rallentamento con un processo di deflazione che rischia di riaffacciarsi con virulenza vista la nuova ondata di cali nei prezzi delle commodities (solo parzialmente compensata dalla debolezza dell’Euro) a cui ora si aggiunge il rischio terrorismo. Dopo due settimane toccherà poi alla Fed con l’altrettanto atteso aumento dei tassi. Prima di quell’evento ci sarà una infornata di dati che potrebbero mettere il sigillo definitivo a questa mossa.
Si cominica il 30 novembre con l’indice dei direttori d’acquisto di Chicago, a seguire l’indice ISM manifattura l’1 dicembre, l’ISM servizi e gli ordini di fabbrica il 3 dicembre, ed infine il dato sulla disoccupazione del 4 dicembre, dato dal quale gli analisti si attendono una creazione di buste paga pari a 200 mila unità. Attenzione anche alla data del 2 dicembre quando parlerà la Yellen.

 

Vai Mario tocca a te!

Solo il mercato ci potrà dire se ciò che Draghi farà con questo QE2 sarà abbastanza per restituire fiducia e soprattutto inflazione alla cara vecchia Europa. Certamente se il Presidente della BCE non riuscirà a stupire con nuove aggressive mosse il rischio delusione è alto. La colpa è dello stesso Draghi che anche a questo giro ha richiamato la celebre frase del “faremo qualsiasi cosa ad ogni costo” che già salvo i paesi periferici da un possibile default sul debito. Il fatto è che questa spirale all’espansione monetaria rischia di rendere ancora più insostenibile una situazione in cui il mercato prezza curve dei rendimenti sotto lo zero fino addirittura a 7 anni, come nel caso della Germania. O il mercato sta prendendo un colossale abbaglio oppure non crede affatto ad un ritorno dell’inflazione, tutt’altro con il risultato che i risparmi europei stanno diventando sempre più infruttiferi.

 

Bye Bye Abenomics

Con la formalizzazione della recessione giapponese ed il ritorno in deflazione, la politica monetaria giapponese colleziona l’ennesimo flop con Abe che ora dovrà inventarsi qualcosa di diverso per cercare di rivitalizzare un’economia sempre più deludente. L’arma valutaria appare l’unica strada percorribile in un paese demograficamente al tramonto, ma diventa difficile svalutare quando anche il resto del mondo sta cercando di farlo. Saranno soprattutto interessanti i dati giapponesi in uscita venerdì 27 novembre con disoccupazione ed inflazione a dominare la scena. Proprio per questo sarà utile capire la dinamica dei prezzi al consumo con il dato del CPI previsto per il 3 dicembre, informazione che seguirà i Pmi composite di Eurolandia pubblicati nello stesso giorno.

 

Trade della settimana

La settimana prossima due banche centrali molto importanti, quella australiana e quella canadese decideranno sui tassi di interesse. Il 1° dicembre toccherà all’Australia, il 2 dicembre il Canada. Se andiamo ad analizzare il cross AudCad potremmo forse avere delle interessanti indicazioni su come reagiranno i mercati agli annunci. AudCad si sta avvicinando alla media mobile a 500 giorni di 0.9710 che bene ha fatto come resistenza per tutto il 2015. Oltretutto ci si arriva con oscillatori molto tirati dal lato dell’ipercomprato e questo potrebbe lasciare pensare che la vendita di Aussie e l’acquisto di Loonie potrebbe rappresentare un trade particolarmente invitante.

AUDCAD

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy