Market Movers: Ora lo sappiamo

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Ora lo sappiamo

 

Fed aggressiva

Finalmente (almeno si spera) la Fed ha sciolto le riserve nel FOMC di mercoledì scorso dove la frase sarà «possibile» alzare i tassi alla prossima riunione prevista per dicembre ha alzato sopra al 50% le attese degli operatori circa una decisione in tal senso già nell’ultimo mese dell’anno. Saranno come sempre occupazione ed inflazione a fare la differenza, ma di certo numeri positivi su entrambi i fronti avranno l’effetto di convincere i mercati che il party del tasso zero è definitivamente finito. Ovviamente non possiamo sapere se le informazioni a disposizione della Banca Centrale Americana sono così convincenti e soprattutto corrette in una fase in cui i profitti si contraggono ed il dollaro si rafforza. Il tempo darà ragione alla Fed, oppure no, ma quello che conta dal punto di vista valutario è il movimento del biglietto verde. Abbattuto il supporto di 1.10 su EurUsd la situazione tecnica del Dollaro appare veramente interessante come mostra il grafico del Dollar Index. Una negazione di questa rottura rialzista sarebbe ovviamente pericolosa ( e venerdì questa ipotesi si è fatta concreta), ma se nei prossimi giorni arriveranno delle conferme un rialzo verso 104/105 è da mettere in preventivo.

dollar

Bce troppo espansiva?

Quello che la BCE sta facendo in Europa è unico nella storia finanziaria del dopoguerra. Tassi negativi sui bond governativi fino a 3 anni per un blocco economico così importante non si sono mai visti, nemmeno in Giappone. L’azzardo morale è alto e Draghi sta giocando con il fuoco. Il rischio si chiama trappola della liquidità ed alimentare ulteriormente le attese degli operatori nel disporre di tassi più bassi nei prossimi mesi, altro non provoca che spostare in avanti le decisioni di investimento. Perché dovrei indebitarmi ora quando potrei farlo a costi più bassi l’anno prossimo? Ma soprattutto perché dovrei farlo ora che il commercio mondiale si sta contraendo e la deflazione ritorna prepotentemente alla ribalta. Il Presidente della BCE è stato bravissimo ad avvicinare i differenziali tra debiti sovrani ma quello che lo inquieta sono le sempre più basse aspettative di inflazione.
Questa settimana sono attesi i dati PMI europei manifatturieri il 2 novembre mentre il 4 novembre sarà la volta dei prezzi alla produzione. Il 5 novembre attenzione a vendite al dettaglio di Eurolandia ed ordini di fabbrica tedeschi, così come sempre dalla Germania arriverà la produzione industriale il 6 novembre. Forse più importanti dei dati gli “speaks” di Draghi e Yellen previsti in contemporanea il 3 novembre.

Trade della settimana

Vediamo se anche la Bank of England seguirà l’atteggiamento “hawkins” della Fed. Il 5 novembre infatti la BOE si riunirà per decidere sui tassi. La condizione tecnica di EurGbp appare ora invitante per giocare sul range che va avanti da mesi tra 0.70 e 0.75. Fino a quando il cross non scenderà sotto i minimi di luglio è ancora in piedi l’ipotesi di una testa e spalla rialzista in formazione. Un affondo tra 0.70 e 0.71 sarebbe a nostro modo di vedere interessante in ottica bullish.

eurgbp

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy