Market Movers: Passata la Fed e la Boj, tocca alla Brexit

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Passata la fed e la Boj, tocca alla Brexit

A che gioco sta giocando la Fed?

Ancora una volta la Fed delude gli operatori, non tanto per le sue decisioni di rialzo dei tassi, quanto per la sua ambiguità. Come è possibile che un dato negativo sull’occupazione abbia innescato uno tsunami così violento sui tassi (i decennali sono scesi da 1.90% a 1.50%) di fatto azzerando ogni probabilità di rialzo a luglio e settembre? Può la banca centrale più importante al momento seguire dinamiche di così breve periodo in una politica monetaria che mira a una normalizzazione di lungo periodo? Ovviamente le risposte le avremo nei prossimi mesi su questo tema, ma adesso il mercato si focalizza su due eventi non di natura macroeconomica quanto piuttosto di natura politica, il referendum sulla Brexit e le elezioni spagnole. Tornando però in terra americana sarà soprattutto la parte terminale della settimana ad offrire qualche informazioni in più dal punto di vista macro. Venerdì 24 infatti verranno comunicati i dati su ordini di beni durevoli e fiducia consumatori. Il giorno precedente 23 giugno attenzione rivolta a indice anticipatore e vendita case.

Brexit o Bremain?

In Europa la tensione sui listini è alle stelle. La paura di una Brexit e del conseguente precedente politico all’interno dell’Unione Europea ha fatto salire la volatilità rendendo al tempo stesso negativi i rendimenti tedeschi anche a 10 anni. L’effetto domino potrebbe essere immediato almeno nell’opinione pubblica e questo spiega il nervosismo sugli spread tra i periferici dell’Eurozona e il Bund tedesco. La Bce sembra incapace di dare una svolta ad una tendenza sempre più pericolosa visto che i rendimenti negativi tedeschi sulle parti brevi della curva sono quasi il doppio (sempre in termini di negatività) rispetto a quelli giapponesi. Questo spiega in parte anche la recente dinamica di EurJpy colpito duro anche dalla decisione della Bank of Japan di rinviare (per sempre?) ogni mossa sui tassi di interesse. Tornando ai dati macro attenzione soprattutto il 21 giugno allo Zew tedesco con il 24 giugno che invece vedrà la pubblicazione dell’indice sempre tedesco IFO. Nel mezzo la pubblicazione degli indici PMI composite dell’Eurozona (manifattura e servizi) prevista per il 23 giugno.

Resto del mondo

A livello mondiale non ci saranno molte altre indicazioni. La bilancia commerciale giapponese il 20 giugno, la decisione sui tassi in Turchia il 21, l’inflazione sudafricana il 22, le vendite al dettaglio canadesi sempre il 22. Pochi temi a fare da contorno all’ormai ultrapubblicizzato referendum sulla Brexit previsto per il 23 giugno.

Trade della settimana

La Norvegia deciderà sui tassi il 23 giugno. In quella data capiremo se la tendenza del Nok e se la debolezza potrà riprendere in sintonia con il trend di lungo periodo. Ovviamente pesa e peserà in modo determinante l’andamento del prezzo del petrolio, ma è evidente come la soglia di supporto compresa tra 9.12 e 9.20 costituisce un ostacolo difficilmente superabile per il momento. Piuttosto la sensazione è quella di una formalizzazione di un triplo minimo proprio sui supporti chiave 2015-2016 che dovrebbe favorire un allungo estivo.

nok

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy