Market Movers: Settimane decisive

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Market Movers

Settimane decisive

 

La staffetta delle banche centrali

Sarà questa la settimana che precede l’attesissimo meeting della Federal Reserve e che segue l’altrettanto atteso meeting della Bce. Draghi ha mostrato un certo pessimismo su crescita ed inflazione dei prossimi anni ma al tempo stesso ha rassicurato il mercato circa le possibilità di allargare i cordoni del QE in caso di necessità. Una prima misura di questa monetizzazione ulteriore del debito è arrivata dall’innalzamento al 33% (dal 25%) del limite di acquisto di singole emissioni da parte di Francoforte.
Adesso la palla passa alla signora Yellen con una Fed che potrebbe prendere atto dei continui richiami del Fondo Monetario a non alzare i tassi rimandando il tutto al 2016. Questa scelta rappresenterebbe un sollievo per emergenti e forse materie prime, sollievo magari temporaneo ma in grado di stemperare le tensioni. Mentre il dato sulla disoccupazione di venerdì non sembra aver chiarito molto ai mercati (inferiori alle attese le nuove buste paga ma in aumento i salari), la settimana entrante non vedrà tanti dati in arrivo dagli States con scorte previste per il 10 settembre e i prezzi alla produzione per l’11 settembre.

 

Draghi torna a mostrare i muscoli

Il meeting BCE di giovedì scorso ha spinto ancora più giù l’Euro che però rimane sempre sopra 1.10, ma soprattutto sopra il delicato supporto di 1.08. La revisione del QE e la promessa di essere pronto ad intervenire rappresentano ciò che il mercato cercava. Viene il sospetto che le due banche (Bce e Fed) centrali sono d’accordo nel mostrare un atteggiamento possibilista di intervento qualora la volatilità mostri il suo lato più cattivo, ma questo rimane appunto un sospetto alla luce del timing di Draghi.
Tra i dati pubblicati in settimana attenzione alla produzione industriale tedesca del 7 settembre, al Pil di Eurolandia del 8 settembre e all’inflazione sempre tedesca del 10 settembre. Sponda Gran Bretagna l’evento clou sarà rappresentato dal meeting di Bank of England del 10 settembre.
Sempre rimanendo in Europa segnaliamo i dati che arriveranno da Svezia e Norvegia. La prima pubblicherà i dati di inflazione il 10 settembre come la seconda. La Norvegia a questo aggiungerà la produzione industriale del 7 settembre.

 

Trade della settimana

Considerando l’attenzione che i mercati rivolgono in queste settimane alla Cina non si possono ignorare i dati che riguarderanno la bilancia commerciale (7 settembre) e l’inflazione (9 settembre). Saranno poi due le banche centrali che decideranno sui tassi. Nuova Zelanda e Canada, ovvero due commodity currency le cui valute hanno perso molto in questi mesi per effetto del calo nel prezzo del petrolio.
Interessante a questo riguardo il grafico weekly di EurCad. Come si vede il cambio ha toccato con millimetrica precisione il massimo del 2014 a 1.5586 di fatto poi svoltando con decisione verso il basso e chiudendo con una tipica figura di shooting star. A questo punto il cambio potrebbe avviare un processo di aggiustamento ulteriore verso il basso qualora il prezzo del petrolio mostrasse la capacità di recuperare stabilmente i 50 dollari al barile. L’economia canadese è caduta in recessione ed è quindi probabile che la banca centrale confermi il suo atteggiamento espansivo ma in questo momento crediamo pesi molto di più la variabile petrolio e le sue oscillazioni. Quindi per chi scommette su un recupero dell’oil il Cad può essere una buona alternativa.

EURCAD

 

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy