Il calo del prezzo del petrolio WTI

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Il prezzo del petrolio WTI scende dai massimi delle ultime due settimane a seguito delle aspettative sull’aumento delle scorte

 

petrolio wtiIl petrolio West Texas Intermediate (WTI) è sceso dai massimi delle ultime due settimane anticipando un report che potrebbe mostrare che le scorte degli U.S. sono aumentate sensibilmente, raggiungendo i massimi degli ultimi otto mesi.

Il prezzo dei futures è diminuito dello 0,5 percento in New York. Un’indagine di Bloomberg condotta prima dei dati che saranno rilasciati domani dal Dipartimento Dell’Energia, mostra che, molto probabilmente, gli U.S. Crude Inventories registrati in data 8 marzo, sono aumentati per l’ottava settimana consecutiva. Tale aumento è la conseguenza del più elevato insieme di incrementi fatti registrare dallo scorso maggio. La Cina, lo scorso mese, ha tagliato del 2 percento l’utilizzo di petrolio, secondo quanto mostrato dai dati governativi oggi. Rappresentanti del governo sud coreano hanno poi affermato che le raffinerie che importano petrolio grezzo dal Mare del Nord riceveranno minori sconti per l’esportazione di prodotti raffinati.

Andy Sommer, analista senior del mercato del petrolio della Axpo Trading AG di Dietkon in Svizzera, ha affermato che “il mercato è molto ben fornito, in concomitanza dell’inizio della bassa stagione nelle attività di raffineria, e questa cosa si rifletterà in un aumento delle scorte globali”. “Probabilmente il prezzo del petrolio potrà scendere ancora di 4 o 5 dollari”.

Il WTI con consegna ad aprile è sceso di 46 cents fino a 91,6 dollari al barile nel trading elettronico dello New York Stock Exchange e alle 10.15 ora di Londra quotava 91.74 dollari. Il volume dei futures scambiati è stato dell’1% al di sopra della media degli ultimi 100 giorni. Il contratto è aumentato ieri di 11 cents, chiudendo a 92,06 dollari, la chiusura più elevata fatta registrare dal 27 febbraio. I prezzi sono scesi, dall’inizio dell’anno, dello 0,1 percento.

Il Brent con delivery aprile era diminuito di 37 cents, equivalenti allo 0,3 percento, con prezzo di chiusura a 109,85 dollari presso il mercato ICE Futures di Londra. Il volume di tutti i futures scambiati era inferiore del 12 percento rispetto alla media degli ultimi 100 giorni. Il premio per lo European Benchmark grade sui WTI Futures si trovava a 18,09 dollari, avendo chiuso ieri a 18,16 dollari, lo spread di chiusura più contenuto dallo scorso 31 gennaio.

 

U.S. Inventories

Secondo la stima mediana di 8 analisti, riportata da una indagine Bloomberg, le scorte di U.S. crude sono aumentate probabilmente di 2,25 milioni di barili, raggiungendo i 383,6 milioni di barili, il livello più elevato dallo scorso giungo.
Le scorte di carburante sono calate di 1,25 milioni di barili, sempre secondo l’indagine sopra indicata. Le scorte di prodotto distillato, che include il petrolio dedicato al riscaldamento e il carburante diesel, sono probabilmente scese di 1,65 milioni di barili. Il Dipartimento Dell’Energia prevede di rilasciare il report settimanale domani alle 10:30 ora di Washington.

La media del costo del carburante negli U.S. è sceso, la scorsa settimana, dell’1,3 percento, ad un prezzo di 3,71 dollari al gallone, secondo quanto riportato da un aggiornamento dello Energy Information Administration Gasoline e Diesel.
La settimana precedente, il prezzo medio del carburante negli U.S. era stato di 3,759 dollari al gallone.

 

Raffinazione cinese

Secondo la Cina Federation of Logistics and Purchasing, lo scorso mese, il volume giornaliero dei barili raffinati in Cina, la seconda nazione maggior consumatrice di petrolio, è attestato intorno ai 9,9 milioni giornalieri. Il livello più basso dallo scorso ottobre. I barili processati in gennaio sono stati pari a circa 10,1 milioni, come mostrato dai dati combinati per i primi due mesi dell’anno. La produzione di petrolio è invece aumentata dello 0,8 percento in febbraio, fino a 16 milioni di tonnellate.

Secondo i dirigenti del servizio doganale sud coreano, le raffinerie nazionali che importano petrolio grezzo dal Mare Del Nord sono state chiamate a fornire, entro il 18 marzo, un parere sulla proposta di revisione dei dazi. Il parere sarà espresso dalla SK innovation Co., la più grande raffineria sud coreana e dalla Korea Petroleum Association, che rappresenta le quattro aziende di lavorazione del petrolio. Queste ultime hanno chiesto di non essere citate, facendo riferimento alle policies in vigore.

Il grafico del petrolio al mercato di New York mostra un supporto in corrispondenza della media mobile a 100 giorni, in area 90,83 dollari al barile, secondo i dati riportati da Bloomberg. I futures hanno arrestato il proprio declino in corrispondenza di questo indicatore, mostrando che, molto probabilmente, in corrispondenza di questa media mobile risiedono alcuni cluster di ordini di acquisto.

La  Abu Dhabi National Energy Co. ha comunicato che le piattaforme operanti nel Mare Del Nord hanno ripreso l’operatività normale, dopo che un problema all’inizio del mese aveva impattato il sistema di trasporto. Criticità rimangono invece per la Cormorant Alpha. L’operatore noto come Taqa, nella e-mail di risposta alle domande, non ha comunicato il livello di funzionamento del sistema di trasporto . L’azienda aveva interrotto il 2 marzo l’operatività del suo sistema, capace di prelevare 90.000 barili al giorno. Il 7 marzo la rete ha ripreso a funzionare.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE
APP PER IL TELEFONINO
Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

✅    Formazione gratis

✅    Avvisi in caso di nuove truffe

✅    Dirette Importanti e registrazioni

✅    Puoi disiscriverti in qualsiasi momento

✅    PROVA! HAI SOLO DA GUADAGNARCI


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy