Una dolce storia di successo, Giovanni Ferrero il re della Nutella

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE

APP PER IL TELEFONINO

SEGNALI DI TRADING GRATIS

Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Forbes l’ha indicato come l’uomo più ricco d’Italia, capo della famosa azienda dolciaria; ma chi è davvero l’imprenditore Giovanni Ferrero?
Giovanni Ferrero ha preso le redini dell’omonimo colosso di famiglia nel 1997, insieme al fratello Pietro. L’azienda dolciaria, gioiello tutta italiana, è in continua crescita. Lui è uno degli uomini più importanti a livello mondiale, ma non è solamente un imprenditore: scopriamo tutto sulla sua biografia e sulla vita privata…

 

Giovanni Ferrero ha preso le redini dell’omonimo colosso di famiglia nel 1997, insieme al fratello Pietro. L’azienda dolciaria, gioiello tutta italiana, è in continua crescita. Lui è uno degli uomini più importanti a livello mondiale, ma non è solamente un imprenditore: scopriamo tutto sulla sua biografia e sulla vita privata…

Giovanni Ferrero è nato a Farigliano (Cuneo) sotto il segno della Vergine, il 21 settembre 1964. Secondogenito di Maria Franca Fissolo e dell’industriale Michele Ferrero, ha perso suo fratello Pietro nel 2011, e ha assunto il ruolo di amministratore delegato unico della Ferrero S.p.a lo stesso anno.

Per quanto riguarda i suoi studi, si trasferisce a Bruxelles con la famiglia nel 1975 dove studia alla scuola europea. Negli anni successivi parte per studiare marketing negli Stati Uniti.
Lui, però, non è soltanto uno dei più brillanti uomini d’affari d’Italia (il più ricco stando alle stime di Forbes del 2020). Giovanni Ferrero, infatti, è anche uno scrittore. Anche se, ovviamente, la sua principale attività è quella di imprenditore.
Infatti si è dato alla scrittura pubblicando anche diversi romanzi: Stelle di tenebre (1999), Campo paradiso (2007), Il canto delle farfalle (2010) e Il cacciatore di luce (2016).

Quanto guadagna Giovanni Ferrero?
Una delle personalità di punta del made in Italy non può non essere oggetto di curiosità sui guadagni. Soprattutto se il suo nome è Giovanni Ferrero. Infatti una rivista del calibro di Forbes lo inserisce tra i potenti del mondo per ben tre anni consecutivi, 2018/2019/2020, al vertice della classifica italiana dei più ricchi…
Qual è il suo patrimonio? Sicuramente si tratta di una cifra importante. Stando alle riviste di settore , al 2020 ha contato su un patrimonio netto stimato di circa 24 miliardi di dollari!
Non solo si è piazzato in testa alla classifica dei paperoni d’Italia ma, nel 2020, ha toccato un ottimo 32° posto nell’albo degli uomini più ricchi del pianeta!

Storia della Ferrero

Nasce nel 1925 da Pietro Ferrero, nonno di Giovanni. Pietro ha diverse esperienze lavorative a Dogolani, ad Alba fino a Torino, con una pasticceria nella centrale via Berthollet. Lo scoppio della seconda guerra mondiale spinge Pietro e sua moglie Piera a tornare ad Alba, nel 1942, dove decide di aprire un laboratorio in via Rattazzi. Comincia così la storia della Ferrero.

Nei dieci anni successivi alla costituzione formale dell’azienda Ferrero, che avviene il 14 maggio del 1946, la crescita costante e veloce dell’industria continua anche grazie al lavoro di Michele Ferrero, padre di Giovanni, che collabora alla sua conduzione. Alla morte del padre avvenuta il 2 marzo 1949, la direzione passa a lui, allo zio Giovanni e alla vedova Piera. Dal padre Pietro impara le capacità artigiane, dallo zio Giovanni l’importanza dell’organizzazione commerciale e dalla madre Piera il senso della struttura aziendale. A 32 anni Michele si trova a guidare l’azienda in piena fase di sviluppo.

Sotto la sua guida l’azienda inizia a esportare oltre i confini nazionali: nel 1956 viene aperto il primo stabilimento in Germania, il perno del successo è sempre il Gianduijot, la pasta di cioccolato e nocciole spalmabile. Proprio l’internazionalizzazione crea l’esigenza di trovare un nuovo nome al prodotto, facile da pronunciare anche al di fuori dell’Italia, nel 1964 Michele sceglie quindi il nome Nutella. Insieme al nome della crema al cioccolato cambia anche la formula, si presenta infatti più densa della prima versione, e viene registrata come formula segreta. Ferrero apre stabilimenti produttivi e di rappresentanza tra i quali Ferrero Germania e Ferrero Francia, e poi Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca e Regno Unito.

Successivamente, esporta il marchio Ferrero fuori dall’Europa, ad esempio dall’Australia 1974fino all’ Ecuador 1975. Caratterizzato da una forte passione per il suo lavoro e una grande capacità creativa e visionaria, Michele è l’inventore di molti dei più famosi prodotti Ferrero: da Mon chéri 1956 pensato per portare una sensazione di lusso alla portata di tutti, da Tic tac 1969] a Ferrero Rocher 1982, fino alla linea kinder che rappresenta circa il 50% del fatturato Ferrero

Secondo Forbes, nel 2014 è stato l’uomo più ricco d’Italia (23,4 mld di dollari) e il 30º al mondo

Ferrero è uno dei principali gruppi dolciari a livello mondiale: con oltre 34.000 collaboratori è presente in 53 Paesi, ha 20 stabilimenti produttivi.

Dopo una lunga malattia, Ferrero muore nel pomeriggio del 14 febbraio 2015 a Montecarlo all’età di 89 anni. Il 29 settembre 2015 gli è stata intitolata una piazza della città di Alba, fino ad allora denominata “Piazza Savona”.

 

Curiosità sulla Ferrero

C’è da sapere che le azioni Ferrero non sono ancora quotate in borsa e non è detto che un giorno lo saranno. Infatti, l’Amministratore Delegato unico, Giovanni Ferrero, per ora si è detto contrario alla sua quotazione in borsa. Considerando che il titolo Ferrero è ancora assente dalle piattaforme di trading.

VISITA IL NOSTRO NUOVO SITO!

MASTERCLASS GRATUITE

APP PER IL TELEFONINO

SEGNALI DI TRADING GRATIS

Questo ed altro ancora lo puoi trovare solo su:
www.strategico.life

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Prima di iniziare una qualunque forma di investimento, è necessario comprendere a fondo i rischi che tale attività comporta. Assicurarsi di averne compreso i rischi.

Il materiale presente su questo sito è da considerarsi esclusivamente a scopo didattico e non costituisce in nessun modo una sollecitazione, un consiglio o una raccomandazione all'investimentoo all'acquisto o vendita di strumenti finanziari. Tutte le informazioni fornite non sono garanzia di risultati futuri. Si declina ogni responsabilità per le informazioni fornite su questo sito che non è responsabile per qualunque perdita o danno diretto o indiretto dovesse coinvolgere in qualche modo il lettore.

Prima di decidere di fare trading, si dovrebbe essere consapevoli di tutti i rischi associati con il trading forex, e cercare consigli da un consulente finanziario indipendente e opportunamente concesso in licenza. Questo sito internet non garantisce entrate o successi ed esempi dei risultati del proprietario, di prodotti e di altre persone non rappresentano un'indicazione di successo o di guadagno futuri.

Forex Strategico® è un marchio registrato. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito e punibile dalla legge.

Privacy Policy